Home / Lubux / Siamo stati alla vacanza per single organizzata da Meetic

Siamo stati alla vacanza per single organizzata da Meetic

 

Miss C. va in vacanza. Single, over 30, viaggia da sola. È una sceneggiatrice. “Per chi lavori?”, insiste il tipo che le siede accanto durante la cena di benvenuto. “Mah, progetti indipendenti e piccole case di produzione. Qualche collaborazione nel cinema. Spesso non firmo neanche i testi .. E tu invece di cosa ti occupi?” rilancia senza il minimo imbarazzo, pur sapendo di aver mentito. Miss C. infatti non è né un’autrice di successo né una Elena Ferrante più sfigata e sfruttata dai datori di lavoro; bensì un’inviata speciale, anonima per scelta, in missione per conto del Boss.

Siamo a Naxos, nelle Cicladi. Villaggio Alpitour Bravo Imperial, un 4 stelle sincero nella presentazione e fedele alle aspettative. Pacchetto vacanza all inclusive 30 settembre – 6 ottobre: sei notti e sette giorni di free food, free bar, free beach e – volendo – free sex. Perché qui sono tutti dichiaratamente single, adulti liberi sulla quarantina con uno stesso desiderio: scappare.

Fuga dalla città, fuga dalla routine, fuga dalla dinamica monotona dell’incontro occasionale; tutto grazie a Meetic, l’azienda cupido esperta di dating che da anni lavora al servizio dell’amore con una community web di respiro internazionale, e che dalle retrovie di internet organizza un bel bagno di realtà per tutti i suoi iscritti: una vacanza-esperienza per trasformare in realtà un’amicizia virtuale.   

Awaytomeet è la cornice delle nostra storia e Miss C. sono io, sotto le mie mentite spoglie. Io che vorrei per davvero lavorare come sceneggiatrice e, perché no, magari anche trovare l’anima gemella. Ma questo per adesso non voglio confidarlo a nessuno, perché i miei compagni di viaggio sono la mia ispirazione e io voglio tutte le loro perle: nomi, facce, storie, moventi e alibi. Lo confesso: se mi avessero detto che un giorno mi sarei ritrovata a fare una vacanza di questo genere non ci avrei mai creduto, e forse mi sarei pure un po’ offesa. Eppure ci sto prendendo gusto: l’organizzazione è impeccabile e, per una volta nella vita, non essere una turista fai da te o una traveller femmina alfa, fa pure piacere. Ho solo dovuto fare lo sforzo di arrivare a Malpensa e subito sono stata presa in cura da Federica, la dolcissima event manager di Meetic che ci scorta passo passo verso la destinazione. Un aereo, poi un battello e un pullman ed eccoci qui, in tempo per la cena, al Villaggio Bravo Imperial dove inizia la nostra avventura di Single in vacanza.    

Il mattino seguente, realizzo che siamo proprio in un bel posto: un attrezzatissimo villaggio Alpitourworld costruito in stile tradizionale cicladico e perfettamente integrato nello scenario del promontorio di Stelida, a pochi km dal porto e a 10 minuti di cammino da Agios Prokopios, riconosciuta come una delle più belle spiagge della Grecia. Il Bravo Imperial è interamente riservato a noi di Meetic, che facciamo famiglia con il personale e i ragazzi dell’animazione. E mentre mi ustiono le spalle perché – genio – ho dimenticato la protezione solare, scrivo: in bikini, col venticello, penna e drink alla Hunter Thompson. Sarà per il bianco accecante della Grecia o per l’azzurro scintillante del mare all’orizzonte, sarà per l’atmosfera lirica di un’isola incredibile, ma un grande senso di pace salmastra mi invade il cuore. E voi, come state? Tu, assicuratore di Pavia, perché sei qui? Tu, che vieni dal Canada, chi te l’ha fatto fare a farti mezzo continente? Decoratrice di torte di Parigi, cosa c’è nel tuo cuore? E tu, MILF londinese che sembri la cugina della Westwood, cerchi forse l’ultima spiaggia dell’amore? Ho così tante domande che stare in silenzio è impossibile. E non sono la sola a pensarlo. Non bastano gli occhiali da sole a proteggersi dall’eye contact: c’è sempre qualcuno con cui parlare, e non perché siamo gente che parlerebbe pure coi muri. Siamo curiosi ma senza molestia; ed abbiamo voglia di conoscerci e di praticare un po’ le lingue straniere. Sono sorpresa e devo ammettere che Meetic è riuscita nell’impresa di scardinare diversi preconcetti, non solo quello che mi portava a credere che qui avrei incontrato solo casi umani. Ecco cosa mi ha insegnato il viaggio-esperienza Awaytomeet:

Spesso facciamo cose a caso

Chiacchierando con gli altri ospiti ho realizzato un sacco di cose variamente interessanti sulla natura umana. Punto primo: siamo degli ossimori. Imprevedibili e volubili. Basti pensare che la maggior parte dei Single in vacanza erano alla loro prima volta: gente che non aveva mai provato un viaggio organizzato da un servizio di incontri, e turisti poco avvezzi alla dimensione villaggio. Ma allora perché siamo qui? Qualcuno perché voleva visitare le Cicladi, e ha approfittato del nutrito pacchetto di viaggio che comprende iniziative collaterali come escursioni guidate, gite in barca, esplorazioni dell’entroterra in sella a un quad; altri per fare turismo di bassa stagione, dal target più maturo; e infine, chi sarebbe partito anche solo ma non troppo, quindi tanto vale aggregarsi in un gruppo dove male che vada avrai facce note intorno. Punto secondo: siamo sperimentali. Anche se in condizioni controllate e in pressoché totale assenza di rischio, come nel caso di una vacanza Alpitour, perché non provarci. In fondo quando nella vita hai già sparato un sacco di cartucce, non hai più paura di lanciarti nel corpo a corpo. Siamo tra adulti e la vacanza proposta da Meetic è SSC – sicura, sana e consensuale. Punto terzo: siamo contagiosi. Basta un sorriso e una mezza parola sbiascicata in inglese per ritrovare il gusto di mangiare in compagnia e cimentarsi in sport estremi come la Zumba a stomaco pienissimo.

Nessuno crede più nell’anima gemella

Aspettative: abbiamo imparato la lezione. Rovinano tutto. E chi se ne fa più?! Scavalcata la soglia dei 30, la parola chiave è cinismo: Miss C. ha capito di non essere la sola ad aver problemi con la fiducia reciproca. Prima di ogni approccio, ci si specchietta come animali nel recinto. Ma non sembra diffidenza, piuttosto rispetto: rispetto del vissuto e delle esigenze reciproche, che spaziano dalla riservatezza del turista insospettabile al religioso bisogno di solitudine, compagna di vita dell’uomo adulto. “Are you single?”; la domanda arriva dopo poche ore di viaggio dalla MILF di cui sopra, orgogliosamente scapola, che mi fa subito intendere che non crede proprio che si innamorerà in una settimana. Come lei, io e tutti gli altri. Platone è stato il nostro mentore per anni ma ormai lo sappiamo che parlava per metafore e che la storia della mezza mela non regge proprio più. Quindi spassiamocela: Girls Just Want to Have Fun.

Ama le tue imperfezioni

La normalità, ecco cosa ho visto. Personaggi e personalità variamente assortite.Tutti i principali stati europei hanno la propria delegazione: Francia, Inghilterra, Germania, Italia, Olanda. Un’equa rappresentanza dei sessi, e un’interessante varietà di stili e colori nelle quote rosa. Chi una storia importante ce l’avuta, chi spera di averne un’altra; chi non fa più sesso per scelta, e chi ne farebbe di più ma non ci riesce; chi si è portato in valigia il meglio del guardaroba e chi sta in ciabatte 24/7. La verità è che l’umanità vista da fuori è uno spettacolo veramente curioso. E piacersi è totalmente una questione di pelle. Quindi inutile fingere di essere quello che non sei. Basta wannabe, viva la gente vera e imperfetta.

Per fare degli splendidi incontri, non cambiare niente! Scopri il nuovo video di Meetic. #LoveYourImperfections pic.twitter.com/x253kFwBLD

— Meetic Italia (@meetic_it) June 30, 2016

Approposito Diesel

Ciao, sono il Fondatore di Lubux!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *