Home / Lubux / Bangkok, Londra e Parigi: le 10 città più visitate del mondo

Bangkok, Londra e Parigi: le 10 città più visitate del mondo

Quali sono le città più visitate del mondo? Come ogni anno arriva puntuale il Global Destination Cities Index firmato dal colosso delle carte di credito Mastercard a fare il punto. La prima notizia è che, dai giganti internazionali, l’Italia è fuori. O almeno, è fuori dalle prime dieci posizioni. D’altronde il nostro Paese fa sistema: sfoggia decine se non centinaia di destinazioni apprezzate dai turisti, con Roma e Milano che portano ormai in dote circa 7/8 milioni di arrivi l’anno ciascuna. Ma in vetta c’è Bangkok, una delle metropoli più trafficate del pianeta, con quasi 20 milioni di turisti l’anno. Per la precisione, 19,41 e una crescita del 4% prevista per il 2017.

Alla seconda piazza c’è Londra che, almeno nel 2016, non sembra aver risentito dell’effetto Brexit (d’altronde ancora tutto da valutare e senza alcuna conseguenza in termini turistici): i visitatori sono stati 19.06 milioni, pure in questo caso con una crescita del 5% stimata per l’anno in corso.

Chiude il podio, nonostante le ansie sul terrorismo, Parigi, con 15,45 milioni di visitatori che si sono fermati almeno una notte e una crescita prevista del 4,4%.

Scorrendo la top 10 si notano poi Dubai (con 14,8 milioni di visitatori), Singapore (13,11) e New York (12,70): sono tutti importanti hub aerei internazionali e questo ovviamente porta loro visitatori. Se anche a Dubai non ci si resta una settimana, certo ci si concedono un paio di giorni magari tornando da un viaggio di nozze in Australia. Il vantaggio di queste metropoli, al netto dell’assoluto interesse che ciascuna di esse propone, sta appunto anche nell’essere diventate snodi essenziali del network internazionale dei trasporti. Alla settima piazza spunta la sudcoreana Seoul con 12,39 milioni di visitatori seguita dalla malesiana Kuala Lumpur (11,28 milioni), Tokyo (11,1 milioni) e Instanbul con 9,16 milioni.

Se si guarda invece alle piazze che beneficiano di più in termini di spesa dei turisti, le carte in tavola cambiano e le posizioni si confondono un po’. La vetta finisce in questo caso a Dubai, dove i visitatori hanno speso l’anno scorso qualcosa come 28,50 miliardi di dollari, davanti a New York con 17 miliardi. Chiude il podio Londra con 16.09 miliardi di dollari. Dietro si trovano a scorrere Singapore, Bangkok, Parigi, Tokyo, Taipei, Seoul e Barcellona, in questi giorni al centro di una fase fra le più drammatiche della sua storia. I turisti portano nel capoluogo catalano oltre 8 miliardi di dollari l’anno.

Il futuro è nel quadrante asiatico e nel Medio Oriente. Non sembra lasciare altra considerazione la terza classifica di cui si compone la ricerca Mastercard, quella dedicata alle destinazioni in più rapida crescita turistica. Al vertice spicca Osaka, cresciuta del 24% fra 2009 e 2016, davanti alla cinese Chengdu (+22,7%) e a Colombo, ex capitale dello Sri Lanka (+20,3%). Nell’elenco anche Abu Dhabi, Giacarta, Tokyo, Hanoi, Ryiadh, Lima e Taipei.

Veniamo all’Italia. Ovviamente, sbirciando dopo le prime dieci destinazioni mondiali, ci siamo eccome. Secondo Mastercard, che così riavvia una noiosa diatriba, Milano sarebbe sopra la Capitale: nel 2017 avrebbe attratto 8,17 milioni di visitatori piazzandosi al 14esimo posto contro i 7,09 di Roma (che è 16esima). In entrambi i casi le previsioni prevedono una crescita del 3,2% per il 2017, dunque poco o nulla dovrebbe mutare nell’edizione del 2018. In realtà si tratta di cifre in crescita in entrambi i casi fin dal 2012: all’epoca Milano fece segnare 6,88 milioni contro i 6,66 di Roma, dunque secondo Mastercard era già avanti. In termini di spesa turistica, invece, la cifra è simile: 4,9 miliardi su Milano contro i 4,5 sulla Capitale. Su scala europea Milano e Roma sono invece sesta e settima posizione dietro Londra, Parigi, Istanbul, Barcellona e Amsterdam. C’è da lavorare.

Un’ultima curiosità: sempre su scala europea le destinazioni più in crescita degli ultimi anni sono la romena Bucarest, Lisbona, Sofia, Budapest, Varsavia ma anche Berlino, Amburgo e Copenaghen.

Approposito Diesel

Ciao, sono il Fondatore di Lubux!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *