Home / Hi-tech / DJI Inspire 2, per chi vuole un drone davvero super
1481557052_GQ_DJI_Inspire2.jpg

DJI Inspire 2, per chi vuole un drone davvero super

Noi di GQ ci siamo trasferiti per qualche giorno in Toscana, nella splendida cornice del resort Castelfalfi, per provare (quasi) con mano le immense potenzialità dei droni utilizzati nei più blasonati film di Hollywood. Guardate un po’ quale può essere il risultato:

Ospiti di DJI, attualmente il produttore numero uno al mondo di droni “civili”, abbiamo avuto modo di vedere all’opera la punta di diamante dell’azienda cinese: DJI Inspire 2.

Avete capito benissimo, DJI è una azienda cinese nata dalla mente di un ambizioso – e ormai miliardario – ragazzo di nome Frank Wang. In poco meno di 10 anni, Mr. Wang ha rivoluzionato il mondo dei quadricotteri, rendendoli degli oggetti smart e allontanandoli sempre più dalla nicchia degli hobbisti.

Inspire 2, che abbiamo avuto modo di vedere all’opera tra le verdi colline toscane, è l’ultimo arrivato di casa DJI e permette a videomaker e registi di ottenere immagini strabilianti seppur con costi relativamente contenuti per coloro che utilizzano questo strumento per lavorare.

Dico “relativamente contenuti” perché Inspire 2, corredato di ottica DJI intercambiabile, acquistabile separatamente, arriva a costare all’incirca 8000 euro.

Le caratteristiche tecniche di Inspire 2 fanno davvero rabbrividire: acquisizione dell’immagine con risoluzione massima di 5.2 K, memoria a stato solido integrata DJI CINESSD, velocità massima 108 km/h con accelerazione da 0 a 80 km/h in 4 secondi, sistema di auto-riscaldamento per volare anche tra i ghiacci, doppia batteria che garantiscono 27 minuti di autonomia, sensori ottici e infrarossi per evitare ostacoli in due direzioni.

Solitamente bestie di questo calibro, richiedono due “piloti”, proprio come se si trattasse di un vero aereo: un pilota si occupa della posizione del drone e l’altro delle inquadrature.

Inspire 2 invece permette di effettuare queste complesse operazioni anche in “single player” grazie alla funzione Spotlight PRO un potente sistema di tracking in grado di tracciare e seguire un oggetto grazie a un sofisticato algoritmo sviluppato da DJI.

Dalla Cina con furore, questi droni all’avanguardia stanno rivoluzionando sempre più velocemente il mondo cinematografico occidentale.

Non dovete chiamarvi per forza Steven Spielberg per accaparrarvi uno di questi gioielli. Sono davvero alla portata di molti (come manovrabilità) ma non per le tasche di tutti.

Come vi sembra questo DJI Inspire 2? Dai dite la verità, non vedete l’ora di trovarne uno sotto l’albero di Natale, vero?

Approposito Antonio

Ciao, sono il Fondatore di Lubux!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *